Registrati nel Club Tuodi
per inserire la tua ricetta!
Ricerca titolo o ingrediente:     categoria:   difficolta:   tempo:
persone:   tipo:   provenienza:   s/glutine:   s/lattosio:   s/zucchero:   s/uova:
Brioche con crema gianduia,nesquik,caffè



Iscriviti al club per ricevere
le ricette sulla tua email!
tempo
difficoltà
ricetta per
categoria
dolci

ingredienti:
· per la crema:
· 1 bicchiere Nesquik Nestlè (q.b
· 1 cucchiaino rasato Panna da Cucina UHT Alta Baita
· 1 puntina caffè solubile
· aroma Rhum q.b.
· 2 cucchiaini nutella
· per l'impasto:
· 275g farina di Grano Tenero tipo 00 per pizze Porta del Sole
· 1 cucchiaio farina di semola
· 1 tuorlo
· sale q.b.
· 35g olio mais (pesato)
· 75g acqua (pesata)
· 85g zucchero semolato
· 50g yogurt pesca
· 10g burro Dolce Natura
· 1 cucchiaino Aroma Vaniglia Magic moment
· 1 pizzico lievito dolci Koilia
· 1 cucchiaino amaretto
· 1 pizzico cannella
· 1/2 limone grattugiato
· 12g lievito di birra Pedon (secco)
· per decorare:
· zucchero a velo q.b
· miele q.b
· 5 noci
preparazione:
La crema gianduia, caffè si prepara mescolando il Nesquik con la panna da cucina Alta Baita, il caffè solubile e la Nutella. Si aggiunge qualche goccia di Aroma Rhum. Nel caso non fosse densa, si aggiunge altro Nesquik. Si può mettere mezzo cucchiaino di farina, per essere sicuri che rimane densa in cottura.
Si prepara un lievitino con acqua tiepida, lievito di birra Pedon, un cucchiaino di zucchero e la farina finche si ottiene un impasto consistente, come la panna. Una volta lievitato, si mescola con altri ingredienti, tutti a temperatura ambiente:
l'acqua tiepida con lo zucchero sciolto dentro, lo yogurt con gli aromi (cannella, buccia di limone, amaretto, Aroma Vaniglia Magic moment) , il tuorlo, il sale, le farine Porta del Sole miscelate con un pizzico di lievito per dolci Koilia, l'olio, il burro Dolce Natura, dopo che si è formata la palla. Si ottiene una palla morbida, elastica, appiccicosa. Si lascia lievitare al caldo, coperta. Quando ha raddoppiato si stende una sfoglia su una superficie in plastica o carta da forno. Si mette la crema in mezzo come un cordoncino. Si copre con l'impasto. Si mette in una teglia, alta, fino a metà, con carta da forno, o imburrata e infarinata (o totalmente antiaderente). Si fa lievitare fino sotto il bordo. Si inforna a 180°C, in forno preriscaldato, statico per 50 minuti. Essendo alta tipo panettone, va posizionata nella parte bassa del forno elettrico. Si controlla la cottura con lo spiedino di legno. Si fa raffreddare nella teglia, da un lato. Una volta raffreddata, si cospargono i laterali con zucchero al velo, mentre la parte superiore si spalma con il miele,aggiungendo le noci pistate.


Inserita il 27 Aprile 2016.
visualizza le 59 ricette inserite da

ottima !!!

- MASSIMILIANO di ROMA (27 Aprile 2016)

Fa proprio gola!

- utente non più iscritto (27 Aprile 2016)

fantastica Cristinela, è una vera e propria leccornia! complimenti! !!! non ho solo capito se per la preparazione del lievitino vadano utilizzati parte degli ingredienti citati nell'elenco e pesati con precisione oppure la preparazione del lievitino

- MARTINA di Tivoli (28 Aprile 2016)

è a parte e quindi gli ingredienti non devono essere sottratti alle dosi che con tanta precisione elenchi. per fare un esempio: va usata parte dei 75 gr di acqua e il cucchiaio di farina di semola oppure no? grazie mille!

- MARTINA di Tivoli (28 Aprile 2016)

che bellezza! deve essere eccezionale! e che pazienza, è parecchio elaborata! la crema gianduia poi, è il top del top....moltiplica per 10 le stelle che ti dò ;-) ;-)

- ANNALISA di ROMA (28 Aprile 2016)

Per la preparazione del lievitino le dosi vanno sottratte alla quantità totale. Si mescolano 12g lievito di birra Pedon, con un cucchiaino di zucchero (si scala da 85g), 40g di acqua (si scalano da 75g) e la farina finche ottieni una pastella (si sca

- utente non più iscritto (28 Aprile 2016)

scala da 275g+1 cucchiaio). La semola da un bel colore e aiuta a incordare l'impasto. Il resto di farina si mescola con il secondo lievito di dolci Koilia. Migliora il gusto ed è più aerato. Puoi aggiungere, facoltativo, aroma arancia.

- utente non più iscritto (28 Aprile 2016)

Grazie, a tutti, per i voti!

- utente non più iscritto (28 Aprile 2016)

La glassa di noci e miele sopra è tradizionale a un dolce cristiano, vecchio di un millennio quasi, che si fa il 9 marzo, una ricorrenza triste.

- utente non più iscritto (28 Aprile 2016)

grazie a te per i tuoi consigli e per la precisione della tua descrizione! fantastica!

- MARTINA di Tivoli (29 Aprile 2016)

Martina, si tratta dell'attivazione del lievito, scritta su ogni tipo di scatola. Cristinela accellera con la farina la fermentazione. Basta che alla fine rientri nella quantità totale degli ingredienti. Si vede che non usi questo lievito.

- utente non più iscritto (1 Maggio 2016)

Cristinela, è buono quel dolce tradizionale.

- utente non più iscritto (1 Maggio 2016)

Quel dolce che ha quasi mille anni (con il nome micenic, mucenic, sehit, martir...in greco, arabo, russo...impossibile da scrivere) è una pasta di pane o brioche a forma di 8 (secondo il periodo nel quale capita il 9 marzo). Una volta ben lievitato e

- utente non più iscritto (1 Maggio 2016)

spalmato con miele e noci tritate. Non supera la dimensione di un pugno. Si fa nella memoria degli eventi accaduti, ma è anche un'occasione di pacificazione, d'amicia; si regala a tutti.

- utente non più iscritto (1 Maggio 2016)

**CORREZIONE: UNA VOLTA BEN LIEVITATO E COTTO, è SPALMATO CON miele e noci tritate (cioè, dopo la cottura).

- utente non più iscritto (1 Maggio 2016)

**Sehit si scrive con una s con virgola sotto.

- utente non più iscritto (2 Maggio 2016)

cuoca eccezionale, ottima ricetta, pochi grassi! così scivola e non si ferma al giro vita ;)

- utente non più iscritto (2 Maggio 2016)

Grazie!

- utente non più iscritto (9 Maggio 2016)


Registrati al club per lasciare un commento!