Registrati nel Club Tuodi
per inserire la tua ricetta!
Ricerca titolo o ingrediente:     categoria:   difficolta:   tempo:
persone:   tipo:   provenienza:   s/glutine:   s/lattosio:   s/zucchero:   s/uova:
Il migliaccio di nonna cecilia



Iscriviti al club per ricevere
le ricette sulla tua email!
tempo
difficoltà
ricetta per
categoria
dolci

ingredienti:
· 800 gr. di latte BIODI'parz. scremato – oppure bevanda di riso per intolleranti al lattosio
· 450 gr. di zucchero
· 200 gr. di semola Tuodì Porta del Sole
· 6 uova Tuodì Antica Fattoria
· 60 gr di burro BIODI' oppure 80 gr. di margarina per intolleranti al lattosio
· 1 fiala di fiori di arancio Tuodì Miele se non piace, sostituire con un bicchierino di liquore Strega
· 1 pizzico di sale
preparazione:
Si tratta di un dolce tipico del meridione e caratteristico del Carnevale, ma mia madre lo preparava ogni anno all’arrivo del freddo e anche io ve lo propongo in questo periodo perché si prepara facilmente, è a basso costo, e nonostante i pochi grassi dà una bella carica per superare meglio il cambio di stagione.
Non richiede lievito e per chi è intollerante al lattosio riporto gli ingredienti alternativi.
Tempo di lavorazione 5 minuti + 5 minuti intervallati da 1 ora di frigo.
Tempo di cottura 1 ora a 180° - L'ho fatto con il Bimby, riporto anche le velocità per chi lo avesse.
Mescolare su un fornello in un pentolino semola, latte, burro e sale e mescolare fino ad avere un impasto omogeneo (con il Bimby: 5 min- 90° - velocità 3).
Mettere in frigo per almeno 1 ora e comunque fare in modo che l’impasto sia ben freddo.
Preparare una teglia di 26 o 28 cm, imburrarla e infarinarla. Accendere il forno a 180°.
Aggiungere all’impasto uova, zucchero e la fiala di fiori di arancio e amalgamare per un paio di minuti (con il Bimby: 30 sec - velocità 5 spatolando).
Cuocere a 180° gradi per 1 ora.
Importante: Far raffreddare, poi cospargere di zucchero a velo e infine mettere in frigo.
E’ buono anche tiepido, ma per un gusto ancora migliore consiglio di mangiarlo FREDDO il giorno dopo……

Nota: Con i prodotti comprati al Tuodì ho speso in totale 6 euro.


Inserita da ALESSANDRO di Roma il 5 Novembre 2016.


Non conosco questo dolce...Ma è la cottura a renderlo a strati? Sembrerebbe una base con sopra crema pasticcera!

- TERESA di VILLENEUVE (12 Novembre 2016)

Ciao. Non viene a strati ma la parte centrale resta leggermente più cremosa. In particolare a caldo e per questo consiglio il frigo per aumentarne la consistenza.

- ALESSANDRO di Roma (12 Novembre 2016)


Registrati al club per lasciare un commento!